• Riccardo Avola

Lago di Tenno

L'isola che non c'è


Vengo spesso qui a fare una passeggiata con la mia compagna e il suo cane, lo trovo rigenerante.

Qui la magia puoi vederla con i tuoi occhi, toccarla con mano e sentirla pervadere il corpo con una sensazione di pace e gioia mai provata.

A pochi chilometri dal lago di Garda si trova questo piccolo gioiello della natura. Da Riva del Garda si sale seguendo le indicazioni per Tenno e si prosegue su una strada panoramica e tortuosa fino all’arrivo al parcheggio in prossimità del lago. Da qui si scendono le scale che portano al… paradiso!



La primavera trasforma questo lago in un arcobaleno di colori. L’acqua passa dal turchese al verde fino al blu intenso, la vegetazione si satura di un verde brillante e le fronde degli alberi riflettono i raggi solari fino a farle luccicare.

I germogli fioriscono e la corrente del lago disegna con il polline caduto sul pelo dell’acqua. Non mancano all’appello pesci grandi e piccoli, anatre e piccole lucertole.

Tutto il lago è brulicante di vita!

"Qui la magia puoi vederla con i tuoi occhi, toccarla con mano e sentirla pervadere il corpo con una sensazione di pace e gioia mai provata."

Già dai primi passi di questo sentiero ad anello l’emozione è forte, ma il bello deve ancora venire.

Pochi minuti dopo, dietro ad un angolo, spunta la famosa isola del lago di Tenno. In primavera l’acqua è alta e si può raggiungere solo a nuoto o con un’imbarcazione, ma d’inverno la strada verso questa piccola isola si rivela agli occhi e si può raggiungere comodamente a piedi.

Il giro prosegue sulla riva del lago che offre tante piccole spiaggette dai colori caraibici, ombreggiate da bellissimi alberi che crescono sotto al pelo dell’acqua.

Dopo aver guadato il Rio Secco, c’è la possibilità di proseguire nel bosco oppure continuare a costeggiare il lago per un ultimo sguardo e infine tornare alla vita di tutti i giorni.




0 visualizzazioni